Origine della Congregazione

La nostra Congregazione venne fondata da Madre Marija di Gesù Crocifisso Petković nella sua città natale, Blato, sull'isola di Korčula (Croazia), su iniziativa e con l’aiuto del suo direttore spirituale, Mons. Josip Marčelić, vescovo di Dubrovnik, con il fine di di "formare e salvare la gioventù povera" (MFe 13-11-1942).

La nuova famiglia religiosa-francescana sorge come risposta profetica alle esigenze di quel tempo, della società e della Chiesa, nelle difficili circostanze sociali, politiche ed economiche della Croazia del sud, dopo la I guerra mondiale.

La Madre, la Beata Marija Petković, aggregò legittimamente l'Istituto all'ordine dei Frati Minori il 26-1-1928 (CC2), ed il 18-02-1928 l'Istituto arriva ad essere di diritto diocesano. Ottiene il "Decreto Laudis" il 26-06-1944 ed il riconoscimento come Istituto di diritto pontificio il 6 dicembre 1956 (CC 13; Dir 3).

Le prime filiali vennero istituite poco tempo dopo nell'isola di Korčula, nella Vojvodina, per un breve periodo anche in Serbia e in Macedonia, e permanentemente nel sud e nel nord della Croazia.

Nel 1936 le prime Figlie della Misericordia partono per le missioni latinoamericane e nel 1941 la Congregazione diventa internazionale. Dopo 12 anni di apostolato missionario nella giovane Chiesa del Sud-America (1940-1942), la Madre Fondatrice, la Beata Marija Petković, arriva a Roma dove, dalla casa madre di Blato, trasferisce il governo generale dell'Istituto. Morì santamente nella casa generalizia di Roma il 9 di Luglio 1966. Nel Vicariato di Roma, il 28-02-1989, cominciò il processo per la sua beatificazione.

Ispirate dall'esempio della nostra santa e saggia Madre, noi, le sue 450 figlie spirituali sparse in 12 paesi del mondo, Croazia, Bosnia Herzegovina, Vojvodina, Slovenia, Italia, Germania, Usa, Romania, Canada, Argentina, Paraguay, Cile e Perù, in continuo abbandono all'amore Trinitario (MFe 25-03-1942), testimoniamo la nostra vocazione francescana col nostro lemma: "Si faccia la tua volontà" (CC 3) e "Chi ama Dio, ami anche suo fratello" (Un 4,21) e secondo il nostro carisma, per testimoniare l'Amore Misericordioso di Dio Padre.